Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Notizie / Bandi

Procedura di gara per l’affidamento del supporto al servizio di vigilanza e accoglienza in 11 musei del Polo Museale della Lombardia

Scadenza: 31 Gennaio 2020

Il Polo Museale della Lombardia ha avviato la procedura di gara per l’affidamento del supporto al servizio di vigilanza e accoglienza di 11 musei afferenti al Polo Museale della Lombardia:
1) Museo della Certosa di Pavia a Certosa di Pavia
2) Museo Archeologico Nazionale della Lomellina
3) Villa Romana, Desenzano
4) Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica, Cividate Camuno
5) Grotte di Catullo e Museo Archeologico, Sirmione
6) Castello Scaligero, piazza Castello, Sirmione
7) Palazzo Besta, Teglio
8) Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, Capo di Ponte
9) Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica (MUPRE), Capo di Ponte
10) Parco di Castelseprio; Castelseprio
11)  Cappella Espiatoria, Monza
L’affidamento in oggetto è stato approvato con decreto dirigenziale n 107 del 09 dicembre 2019 ; avverrà mediante procedura aperta, ex art 60, Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. (nel prosieguo “Codice”) e con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’articolo 95, comma 3 lett. b) dello stesso decreto.
La Gara sarà espletata tra gli operatori economici, in possesso dei requisiti prescritti, che presenteranno la domanda di partecipazione nel rispetto delle modalità e dei termini fissati dal presente bando di gara e, successivamente, le proprie offerte nel rispetto delle modalità e dei termini fissati nella lettera d’invito. Potranno presentare la relativa domanda di partecipazione tutti gli operatori economici interessati.L’importo complessivo a base di gara (€ 874.834,80) e comprensivo degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari a € 10.950,00, ammonta a € 885.784,80 (euro ottocentoottantacinquemilasettecentoottantaquattro/80) esclusa IVA di legge.
Il Contratto avrà durata di 12 (dodici) mesi decorrenti dalla data di stipulazione del medesimo.

La documentazione di gara comprende:

  • Il presente bando di gara
  • Capitolato speciale
  • Domanda di ammissione alla gara
  • Modello di presentazione offerta tecnica
  • Modello di presentazione offerta economica
  • Requisiti di partecipazione

Requisiti di ordine generale
Non è ammessa la partecipazione alla gara di candidati per i quali sussistano:
– le cause di esclusione di cui all’articolo 80 del Codice, nonché di qualsiasi altra situazione prevista dalla legge come causa di esclusione da gare d’appalto o come causa ostativa alla conclusione di contratti con la Pubblica Amministrazione.
Gli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle cd. black list di cui al Decreto del Ministro delle finanze del 4 maggio 1999 e al Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 21 novembre 2001, devono essere in possesso dell’autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M. 14 dicembre 2010 del Ministero dell’economia e delle finanze ai sensi dell’articolo 37 del D.L. 3 maggio 2010, n. 78.

L’accertamento dell’assenza della cause di esclusione e del possesso dei requisiti, riguarda:
• indicazione dei soggetti titolari, rappresentanti legali e responsabili delle prestazioni, come segue:
• tutti i soci in caso di società di persone;
• tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza, in caso di società di capitali, di società cooperative o di consorzio;
• il socio unico o i soci di maggioranza in caso di società di capitali con meno di quattro soci.

I soggetti indicati nell’articolo 46 del Codice devono dichiarare:
di non rientrare in alcuno dei casi di sussistenza delle cause di esclusione di cui all’articolo 80 del Codice, nonché di qualsiasi altra situazione prevista dalla legge come causa di esclusione da gare d’appalto o come causa ostativa alla conclusione di contratti con la Pubblica Amministrazione.
I soggetti indicati nell’articolo 46 del Codice devono dichiarare altresì l’assenza di partecipazione plurima ovvero che alla stessa procedura non presenta la manifestazione di interesse, contemporaneamente e a qualunque titolo in più di un raggruppamento temporaneo ovvero singolarmente e quale componente di un raggruppamento temporaneo o di un consorzio stabile nonché l’ assenza delle cause di incompatibilità di cui all’articolo 42 del Codice ovvero che il candidato, direttamente o per il tramite di altro soggetto che risulti controllato, controllante o collegato, non ha svolto attività di supporto per l’intervento oggetto della manifestazione di interesse, né che alcun suo dipendente o suo consulente su base annua con rapporto esclusivo ha partecipato a tale attività di supporto.

Cause di esclusione
Sono esclusi, senza che si proceda all’apertura del plico, i candidati la cui domanda di partecipazione:

  • sia pervenuta dopo il termine perentorio indicato nel qui presente bando di gara, ovvero oltre le ore 12:00 del trentesimo giorno dalla pubblicazione dell’avviso della gara nella GU, indipendentemente dall’entità del ritardo e indipendentemente dalla data di spedizione, restando il recapito a rischio del mittente,
  • non rechi l’indicazione dell’oggetto della gara o la denominazione del candidato; in caso di raggruppamento temporaneo vanno riportati sul plico i nominativi, gli indirizzi ed i codici fiscali dei singoli partecipanti, sia se questi sono già costituiti sia se sono da costituirsi.

Sono esclusi, dopo l’apertura del plico, fatta salva l’applicazione dell’articolo 83, comma 9 del Codice, gli OO.EE.:

  • che non abbiano presentato una o più d’una delle dichiarazioni richieste;
  • che abbiano presentato una o più d’una delle dichiarazioni richieste recanti indicazioni errate, insufficienti, non pertinenti, non veritiere o comunque non idonee all’accertamento dell’esistenza di fatti, circostanze o requisiti per i quali sono prodotte; oppure non sottoscritte dal soggetto competente; oppure non corredate, anche cumulativamente, da almeno una fotocopia del documento di riconoscimento di ciascun sottoscrittore o dichiarante;
  • che non abbiano dichiarato il possesso di uno o più d’uno dei requisiti di partecipazione in misura sufficiente oppure non abbiano dichiarato il possesso di una o più d’una delle qualificazioni rispetto a quanto prescritto;
  • in caso di raggruppamento temporaneo:
    •  che non abbiano prodotto l’atto di mandato;
    •  che non abbiano prodotto l’atto di impegno;
    •  che abbiano omesso di indicare le quote di partecipazione al raggruppamento temporaneo oppure non abbiano indicato i servizi o le parti di servizi da assumere ed eseguire da parte di ciascun operatore economico raggruppato;
  • in caso di consorzio stabile:
    •  che non avendo indicato di eseguire i servizi direttamente con la propria organizzazione consortile, non abbiano indicato il consorziato esecutore per il quale si candida;
  • sono comunque esclusi i candidati:
    •  per i quali risulti una delle condizioni ostative di cui all’articolo 80 del Codice;
    •      che si trovino in una delle situazioni che costituiscono causa di esclusione che, ancorché dichiarate inesistenti, sia accertata con qualunque mezzo dalla Stazione appaltante;
    •  la cui documentazione sia in contrasto con clausole essenziali che regolano la procedura, prescritte dal Codice, ancorché non indicate nel presente elenco;
    •  la cui documentazione sia in contrasto con altre prescrizioni legislative inderogabili, con le norme di ordine pubblico o con i principi generali dell’ordinamento giuridico.
  • AGGIORNAMENTO 7 GENNAIO 2020 – PROROGA DEL TERMINE DI SCADENZA

ATTENZIONE: come indicato nella presente nota, il termine di scadenza viene posticipato al 31 gennaio 2020, ore 12:00

  • AGGIORNAMENTO 9 GENNAIO 2020 – CHIARIMENTI

Si prega di prendere nota del file contenente le richieste di chiarimenti ricevute e le relative risposte e dell’allegato contenente l’elenco aggiornato del personale.