Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Musei

Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri

Capo di Ponte, località Naquane

Eventi

Il Museo

Istituito nel 1955, il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri fu il primo parco archeologico italiano e primo sito italiano riconosciuto dall’Unesco nel 1979 come patrimonio mondiale dell’umanità. Vi sono conservate 104 rocce con alcune delle raffigurazioni più note del repertorio d’arte rupestre della Valle Camonica.

La Storia

Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri

Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri

Il toponimo Contrada Aquane, comparso su una mappa catastale ottocentesca, rimanda probabilmente alle leggende della tradizione alpina.
Le incisioni presenti hanno una cronologia che spazia dal Neolitico, con delle raffigurazioni schematiche, alle composizioni simboliche maggiormente articolate dell’età del Rame e del Bronzo, fino alle scene narrative dell’età del Ferro caratterizzate da uno stile dinamico e descrittivo.

Con l’arrivo dei Romani si può considerare concluso il ciclo artistico camuno “classico” che verrà ripreso da sporadiche attestazioni medievali nel cosiddetto periodo post-camuno.

L'Area

Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri - L'area

Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri - L'area

Il patrimonio

Il Parco offre cinque percorsi di visita che si snodano attraverso sentieri facilmente percorribili per circa 3 chilometri.
Il visitatore può optare per una visita breve, di almeno 1 ora, o per una visita più lunga e approfondita. (ATTENZIONE: un percorso è attualmente chiuso per motivi di sicurezza).

  • La Grande Roccia - Roccia 1

    La Grande Roccia - Roccia 1

    La Grande Roccia di Naquane presenta oltre duemila incisioni. Le più antiche si datano al Neolitico Recente, le più recenti alla prima Età del Ferro. Si tratta di un palinsesto unico, persino in ambito europeo, con scene di apparente vita quotidiana ma più probabilmente con radici simboliche affondate nella cultura della valle.

  • La Grande Roccia - Scena di caccia al cervo

    La Grande Roccia - Scena di caccia al cervo

    Scena di caccia al cervo con l’aiuto del cane (Età del Ferro). È questo il tema pressoché esclusivo del secondo settore, posto verso Nord, dell’ampia superficie della Roccia 1.

  • La Roccia 35 - Sacerdote che corre

    La Roccia 35 - Sacerdote che corre

    Su questa roccia è inciso il cosiddetto “sacerdote che corre”, databile all’Età del Ferro. La figura maschile sfoggia un copricapo con piume piegate all’indietro e ha un braccio alzato, uno appoggiato al fianco e le gambe piegate in atteggiamento di corsa o di danza.

  • La Roccia 35 – Il Villaggio

    La Roccia 35 – Il Villaggio

    Su un’altra porzione della roccia compare una “scena di villaggio”: edifici, incisi forse in un momento secondario rispetto alle scene di caccia sullo sfondo, dove si svolgono le attività tipiche della vita quotidiana.

  • La Roccia 23

    La Roccia 23

    Databile all’Età del ferro, la figura del carro trainato da cavalli è realizzata con una duplice prospettiva: il carro è rappresentato come visto dall’alto mentre le quattro ruote raggiate e i due cavalli sono rappresentati lateralmente.

  • La Roccia 50

    La Roccia 50

    Sulla superficie della Roccia 50 si osservano numerose figure umane rappresentate nella posizione “dell’orante”: braccia rivolte verso l’alto, gambe contrapposte e corpo lineare. Sono presenti anche cavalieri, impegnati sia in combattimenti sia in battute di caccia, e una decina di iscrizioni in caratteri nord-etruschi.

Indirizzo

Località Naquane - Capo di Ponte
25044 Capo di Ponte, località Naquane

Proprietà

Ente MiBAC

Tipologia

Parco archeologico

Maggiori informazioni

Informazioni

ORARI

Lunedì: chiuso
Martedì: 8.30 – 19.00
Mercoledì: 8.30 – 19.00
Giovedì: 8.30 – 19.00
Venerdì: 8.30 – 19.00
Sabato: 8.30 – 19.00
Domenica: 8.30 – 19.00

Chiusura biglietteria: 30' prima

Altre informazioni: Chiusura: Lunedì (se non festivo), 1 Gennaio, 25 Dicembre. Per le aperture straordinarie consultare il sito del Polo Museale, oppure il MIBAC e i social network ufficiali del Museo. Si comunica che quest’Istituto s’impegna per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l’apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio.

Indirizzo

Località Naquane - Capo di Ponte
25044 Capo di Ponte, località Naquane

Come arrivare

IN AUTO: da sud autostrada A4, uscite Seriate o Rovato; S.S. 42 del Tonale e della Mendola, direzione Passo del Tonale uscita Nadro-Ceto, Capo di Ponte, Cimbergo-Paspardo, Siti di Arte Rupestre; a Capo di Ponte, si oltrepassa la stazione ferroviaria, al passaggio a livello si tiene la destra e si imbocca la strada che porta alla Chiesa delle Sante. Da nord, al Passo di Aprica o dal Passo del Tonale, raggiungere Edolo e proseguire sulla Strada Statale del Tonale e della Mendola direzione Brescia; uscita Sellero-Capo di Ponte e proseguire per Capo di Ponte; superata la seconda rotonda svoltare a sinistra in via Limit e seguire le indicazioni Naquane-Chiesa delle Sante. IN TRENO: linea Brescia-Edolo, fermata Capo di Ponte; poi salita a piedi (20 minuti circa). IN AUTOBUS: vari servizi di pullman con fermate nel paese.

Contatti

+39 0364 42140
www.parcoincisioni.capodiponte.beniculturali.it
parcoincisionirupestri.capodiponte@beniculturali.it

Biglietto intero

€ 6,00

Biglietto ridotto

€ 2,00 (per cittadini italiani e EU dai 18 ai 25 anni).

INGRESSO GRATUITO
Cittadini sotto i 18 anni comunitari ed extracomunitari.
Studenti (con lista nominativa firmata dalla Scuola).
Personale docente della scuola (con attestazione rilasciata dalle Istituzioni scolastiche).
E' previsto inoltre l'ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese e in particolari occasioni; per l'elenco completo visitare il sito http://iovadoalmuseo.beniculturali.it/
Per l'elenco completo delle agevolazioni visitare la pagina http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/MenuPrincipale/LuoghiDellaCultura/Agevolazioni/

Biglietto cumulativo

Il biglietto acquistato dà accesso anche al MUPRE - Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica per i successivi 30 giorni.

Modalità di pagamento

Contanti

Animali

All'interno del Parco sono ammessi cani purché al guinzaglio. All'interno del MUPRE sono ammessi cani di piccola taglia con guinzaglio e museruola.

Visite guidate

Le visite guidate per scolaresche e gruppi, i laboratori didattici e le visite specialistiche sono svolte esclusivamente da personale esterno con rapporto diretto con i fornitori del servizio.

Parcheggio

Parcheggio per auto: via Ronchi di Zir (salita a piedi di 20 minuti) e presso la Chiesa delle Sante (salita a piedi di 10 minuti). Parcheggio per pullman: Chiesa delle Sante (salita a piedi di 10 minuti)

Servizi igienici

Sono a disposizione servizi igienici, anche per disabili

Ristoro

All'interno del Parco non esiste un punto ristoro, presente solo in paese, alla distanza di circa 15/20 minuti a piedi dal Parco