Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Musei

Cappella Espiatoria

Monza

Il Museo

La Cappella Espiatoria fu voluta da Vittorio Emanuele III, figlio e successore di Umberto I, per commemorare il luogo in cui il padre venne ucciso dall’anarchico Gaetano Bresci, il 29 luglio 1900.
Il monumento è costituito da una cripta e da una cappella, sormontata da una stele.

La Storia

Cappella Espiatoria

Cappella Espiatoria

Vittorio Emanuele III affidò all’architetto Giuseppe Sacconi, autore della tomba di Umberto I al Pantheon nonché dell’Altare della Patria a Roma, l’incarico di progettare il memoriale per il padre. Sacconi però il morì nel 1905 a opera incompiuta e i lavori furono terminati nel luglio del 1910, in occasione del decimo anniversario del regicidio, dall’architetto Guido Cirilli, il quale apportò alcune modifiche al progetto originale.

L'Edificio

Cappella Espiatoria - L'edificio

Cappella Espiatoria - L'edificio

La Cappella Espiatoria sorge al centro di un ampio parco, delimitato all’ingresso da una cancellata artistica, progettata da Alessandro Mazzucotelli, e sul fondo da un’esedra di imponenti dimensioni, rivestita da un mosaico in ciottoli bicromi.
Il monumento è costituito da una cripta, ricca di mosaici e di preziosi marmi, e da una cappella, anch’essa interamente coperta da decorazioni musive. Sopra la cappella si innalza la stele in pietra d’Oggiono alta in tutto 35 metri che poggia su un basamento circolare.
Nella parte bassa si trova una Pietà in bronzo dello scultore Ludovico Pogliaghi, mentre in cima vi è un cuscino bronzeo sul quale poggiano alcuni oggetti simbolici legati alla Casa reale: uno scettro, il Collare dell’Annunziata e la corona dei Savoia.

Al suo interno, la cripta a croce greca è interamente decorata con preziosi mosaici che raffigurano un cielo stellato e i vari stemmi dei Savoia; qui sono ancora poste le corone in bronzo inviate da tutto il mondo come omaggio al re morto. Al centro, un cippo in marmo nero commemora il punto esatto in cui avvenne il regicidio.
Anche la cappella è decorata con mosaici di ispirazione bizantina, raffiguranti angeli, busti di santi e beati della dinastia dei Savoia, mentre il pavimento è realizzato con marmi colorati antichi.

Il patrimonio

  • I mosaici del sacello

    I mosaici del sacello

    L'interno della Cappella è rivestito di marmi pregiati, con archi, volta e nicchie decorati a mosaico.

  • Il Sacello e l'altare

    Il sacello e l'altare

    Nelle nicchie laterali della Cappella sono raffigurati Santi e Beati di Casa Savoia e sul fondo il Cristo risorto a braccia aperte.

  • Veduta dell'interno della cripta

    Veduta dell'interno della cripta

    Dal giardino posto sul retro della Cappella si accede alla Cripta, con pianta a croce. Le pareti sono ricoperte di marmi, mentre le volte a mosaico rappresentano il cielo stellato.

Indirizzo

Via Matteo da Campione, 7/a
20053 Monza

Proprietà

Ente MiBAC

Tipologia

Chiesa o edificio di culto

Informazioni

Direttore: Barbara Galli
+39 039 380772
Carta dei servizi
Planimetria

Maggiori informazioni

Informazioni

ORARI

Lunedì: chiuso
Martedì: 9.00 – 14.00
Mercoledì: 9.00 – 14.00
Giovedì: 9.00 – 14.00
Venerdì: 9.00 – 14.00
Sabato: 9.00 – 14.00
Domenica: 9.00 – 14.00

Altre informazioni: La Cappella Espiatoria è aperta la prima e la terza domenica del mese. Per visitare il monumento suonare presso l’abitazione del custode casiere a destra della cancellata.

Indirizzo

Via Matteo da Campione, 7/a
20053 Monza

Come arrivare

TRENO E MEZZI PUBBLICI: Dalla stazione FS di Monza Porta Castello prendere le linee Z228 (Direzione: SEREGNO FS - Bandiera, scendere dopo 5 fermate a Via Monti e Tognetti), Z222 (Direzione: MONZA, scendere dopo 4 fermate a Via Monti e Tognetti) o C80 (Direzione: LIMBIATE Mombello, scendere dopo 4 fermate a Via Prina angolo Monti e Tognetti).

Contatti

+39 039 380772
+39 02 80294401

Biglietto intero

Ingresso gratuito

Prenotazione

Obbligatoria

Visite guidate

Su prenotazione